Disturbi del sonno: non solo insonnia

I Disturbi del Sonno sono piuttosto diffusi. Sono più frequenti con il crescere dell’età e fra le donne, ma possono colpire soggetti di qualsiasi età (anche in età infantile).

L’insonnia è il disturbo più comune e può interferire con l’addormentamento, con la fase centrale del sonno o determinare risvegli precoci. Il soggetto percepisce di non dormire a sufficienza, di non riposare bene o di non riuscire ad addormentarsi. Le conseguenze della mancanza di riposo sono la stanchezza diurna, la difficoltà a concentrarsi, disturbi di memoria, ansia e nervosismo.

Differenti forme di disturbi del sonno

I disturbi del sonno possono presentarsi sotto diverse forme e tipologie:

  • come singola malattia (i cosiddetti “Disturbi Primari del Sonno“)
  • come un sintomo di patologie psichiatriche (prevalentemente disturbi dell’umore e d’ansia)
  • associati a una patologia medica generale (ad esempio Parkinson, malattie cerebro-vascolari, ipo-ipertiroidismo, bronchiti croniche e insufficienza respiratoria)
  • indotti da sostanze esogene (alcool, droghe, caffè, tè, etc.)

Altre patologie del sonno sono l’ipersonnia diurna, il Disturbo delle Gambe senza Riposo e il Bruxismo.

Se il contenuto ti è sembrato interessante, condividilo: