Psicogeriatria e disturbi nell’anziano

Il giusto approccio all’anzianità

E’ soggettivamente più o meno problematico per ciascuno di noi accettare il proprio corpo, caratterizzato da un funzionamento peculiare secondo “periodi” diversificabili tra loro (gioventù – maturità – anzianità) e per un tempo a disposizione comunque a termine. Appare evidente come, soprattutto nell’ultimo dei “periodi” (quello dell’anzianità), ciascuno trovi impigliati, nella propria rete esistenziale, residui delle pregresse personali evenienze psico–emotive e somatiche, filtrati dal proprio stile di vita e dal patrimonio genetico.

Ciò rende l’anzianità, al contrario di ciò che comunemente si pensa, una fase della vita che manifesta profonde diversificazioni tra gli appartenenti anagrafici, pur se partecipi di medesime culture ed età.

Pertanto è utile approcciare il tema dell’anzianità liberandoci da preconcetti generalistici, utilizzando capacità d’osservazione accurata.

Le principale patologie che caratterizzano questa fase della vita sono:

  • Sindromi Ansioso-Depressive
  • Disturbi Psicotici
  • Disturbi Comportamentali correlati ad un iniziale Decadimento Cognitivo
  • Demenza Senile

Cos’é la Psicogeriatria?

La Psicogeriatria è un nuovo approccio per analizzare i disturbi dell’anziano.

Presso la Casa di Cura Le Betulle – Appiano Gentile è attivo il reparto di Psicogeriatria, che si occupa delle patologie psichiatriche dell’invecchiamento, ovvero la depressione, l’ansia e i problemi relativi al disturbo del sonno in età senile, oltre alla difficoltà di adattamento e ai disturbi cognitivi derivanti dalla età che avanza.

ll dr. Angelo Oliva, membro della AIP, Associazione Italiana di Psicogeriatria si occupa, oltre che di psichiatria e di malattie nervose, di questa innovativa branchia della medicina.

Sintomi di disturbi nell’anziano

Nell’età matura, il disturbo del tono dell’umore o di personalità si può manifestare “mascherato” da sintomi fisici (nausea – vomito – dolori “di pancia” oscillazione della pressione del sangue o del ritmo cardiaco – spossatezza improvvisa – inappetenza con rapida perdita di peso – disturbi del sonno ecc). E’ in questi casi che il medico psicogeriatra interviene attraverso l’osservazione e la ricerca della corretta causa diagnostica e quindi l’avvio della adeguata terapia.

 

La Psicogeriatria si occupa dei disturbi di una nuova stagione della vita che, affrontata con il giusto aiuto, puo’ essere vissuta con serenità e consapevolezza.

Link di approfondimento

Intervista rilasciata dal dott. Angelo Oliva al Ce.S.Tep sull’argomento “Anziani e Alcol”.

Se il contenuto ti è sembrato interessante, condividilo: